Cacciamogliela Libera! – progetto Link

Sono aperte le iscrizioni per partecipare al progetto “cacciamogliela libera”, un percorso di educazione alla legalità promosso dalla Comunità della Valle dei Laghi in collaborazione con il Piano Giovani di Zona e il coordinamento del Trentino di Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie.

Quello della legalità e della lotta alla criminalità organizzata è un tema che tocca su cui tutti dobbiamo imparare ad interrogarci, perché è una realtà meno lontana di quanto si possa credere.
Come è organizzata la criminalità organizzata in nord Italia? Quali sono gli interessi in gioco? Quali sono le dinamiche sospette a cui tutti dovremmo fare attenzione? Questi sono solo alcuni degli aspetti che verranno affrontati in questo percorso insieme a chi è quotidianamente in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata.
Il progetto è aperto a un gruppo di venti ragazzi di età compresa tra i 17 e i 25 anni che vogliono conoscere più da vicino la realtà della lotta alla criminalità organizzata e prevede momenti formativi, la partecipazione alla giornata della memoria che si terrà sabato 17 marzo a Genova e ad un campo di lavoro nel corso dell’estate a Cascina Caccia, un bene confiscato alla criminalità organizzata in Provincia di Torino. Al termine del percorso è prevista una restituzione sul territorio. Per info ed iscrizioni puoi contattare il referente tecnico di Piano Giovani Veronica Sommadossi all’indirizzo [email protected]
Questo percorso si inserisce all’interno del “progetto Link percorsi di educazione alla legalità e alla cittadinanza attiva in Valle dei Laghi, che nasce dalla collaborazione tra la Comunità della Valle dei Laghi, la Comunità Murialdo, la Fondazione AIDA e il Piano Giovani di Zona e prevede una serie di interventi sul territorio lungo tutto il 2012 grazie al contributo del Servizio Autonomie Locali della Provincia Autonoma di Trento.
Scarica il modulo di iscrizione [.pdf] Attenzione le iscrizioni scadono il 12 marzo!!

Il RUOLO DEL TAVOLO DI LAVORO DEL PIANO GIOVANI

Quale contributo e quale valore aggiunto può dare alla stesura di un piano giovani di zona il tavolo di lavoro formato da amministratori, giovani e rappresentanti del mondo dell’associazionismo?

Cinque anni fa Tiziano Salvaterra, allora assessore all’istruzione e alle politiche giovanili presentò un disegno di legge per l’istituzione dei piani giovani di zona. Questo ha rappresentato un cambiamento radicale nel modo di concepire le politiche giovanili passando che sono diventate qualcosa di più che uno strumento di prevenzione del disagio.

Negli anni sono stati costituiti in Trentino quasi 30 tavoli di lavoro che oggi sono diventati un importante punto di riferimento per raccogliere e sviluppare sul territorio le progettualità proposte da e per il mondo giovanile.

Mercoledì 2 febbraio insieme a Debora Nicoletto, Tiziana Bresciani e Claudio Stedile del dipartimento istruzione della Provincia Autonoma di Trento, durante il primo incontro del progetto formazione 2011 del Piano Giovani di Zona, parleremo degli obiettivi con cui la Provincia ha creato i tavoli di lavoro e quale ruolo possono avere i componenti del tavolo nel supporto alla progettualità delle associazioni del Territorio.

L’incontro che si terrà nella sala consigliare del Comune di Terlago è aperto al pubblico, ma rivolto prevalentemente ai componenti del tavolo.

Scarica il volantino [.pdf]

SPAZI DI AGGREGAZIONE GIOVANILE ed EDUCATIVA DI STRADA

Sabato 6 novembre il Tavolo di Lavoro del Piano Giovani di Zona della Valle dei Laghi propone una giornata di formazione su spazi di aggregazione giovanili ed educativa di strada, con la visita di Meltin-pop (www.meltinpop.it), il centro gestito dalla cooperativa Vedo Giovane (www.vedogiovane.it) ad Arona in provincia di Novara. La giornata è organizzata in particolare per i componenti del tavolo e per i componenti dei consigli comunali e dell’Assemblea della Comunità di Valle, ma è comunque aperta al pubblico fino ad un massimo di trenta partecipanti. Si tratta di una giornata interessante, un’occasione importante anche per conoscere strumenti diversi ed avere idee nuove per sviluppare le politiche giovanili in Valle dei Laghi.

Cos’è Vedogiovane?
Vedogiovane è una Onlus che si occupa di giovani, agendo nella prevenzione e nella promozione di socialità, opportunità e diritti. La scommessa di Vedogiovane è di puntare sulla partecipazione giovanile, quindi nel prendere parte e nell’essere parte di un gruppo per contribuire così alla costruzione della propria identità/destino e di quella del pezzo di comunità in cui si è inseriti. Di conseguenza la metodologia di intervento è quella dell’animazione socio-culturale, caratterizzata da un lavoro per progetti e che propone uno “stare insieme per fare insieme”.
Nella Onlus lavorano oggi circa 70 persone occupati in più di 50 progetti sui territori delle province di Novara, Verbania, Biella, Varese e Vercelli.
Per informazioni (www.vedogiovane.it)

Programma della Giornata
Ore 6.00: partenza da Vezzano
Ore 9.00: arrivo ad Arona, accoglienza e coffee break
Ore 10.00: Presentazione ed analisi di modelli di spazi giovanili: approfondimenti ed immagini sul centro Spazioper e su Meltin POP, il nuovo centro giovani aronese
Ore 13.00: pranzo a km zero in loco
Ore 14.30: Modelli di partecipazione, comunicazione e nuovi strumenti. Dai centri alla strada
Riflessioni e considerazioni. Analisi e conclusioni
Ore 20.30: cena lungo la strada di ritorno

NB
Costo: Zero.
La giornata è organizzata e finanziata dal Piano Giovani della Valle dei Laghi.
www.pgzvallelaghi.eu

Scarica il volantino [.pdf]

Per iscriverti: [email protected]

SERATA PUBBLICA “POLITICHE GIOVANILI E PIANI GIOVANI DI ZONA”

Venerdì  28 maggio 2010 alle ore 20:30 si terrà  a Vezzano, presso la sala polivalente attigua alla sede della Croce Rossa, una serata informativa aperta al pubblico sulle politiche giovanili e i Piani Giovani di Zona.
L’incontro è pubblico ma è rivolto in particolare ai nuov consiglieri comunali, che si apprestano ad amministrare i sei comuni della nostra valle per i prossimi cinque anni. All’incontro saranno presenti in qualità di relatori Francesco Pancheri, direttore del Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di Trento, e due referenti tecnici organizzativi Vera Rossi, del Piano Giovani della Val di Cembra e Dennis Franch del Piano Giovani Carez, Cagnò, Revò, Romallo, Cloz e Brez.
L’obiettivo della serata è di fornire ai nuovi amministratori e a tutti gli interessati un’idea precisa di quello che è lo spirito con cui la provincia ha pensato i Piani Giovani di Zona, di quali sono le modalità di gestione del Tavolo di Lavoro  e delle figure che ne coordinano i lavori, per poter affrontare con maggiore consapevolezza e preparazione, le sfide che le politiche giovanili pongono sul nostro territorio nei prossimi mesi il futuro.
L’incontro è stato pensato e voluto dal Gruppo Giovani Interparrocchiale Vezzano  in collaborazione con Gruppo Giovani Terlago e Associazione Mondo Giovane, tre associazioni giovanili che operano nella nostra valle e che, anche in passato, hanno portato avanti progetti inserite nell’ambito dei Piani Giovani di Zona.
Il Tavolo di Lavoro  per le Politiche Giovanili del Piano Giovani di Zona è stato costituito dai sei comuni della Valle dei Laghi nel 2007 ed è composto da un rappresentante dei giovani, un rappresentante delle associazioni ed un rappresentante dell’amministrazione per ciascun comune, da un rappresentante della Cassa Rurale della Valle dei Laghi, da uno del progetto intercomunale Comuni…Chiamo, da uno dell’istituto Comprensivo Valle dei Laghi e da uno della pastorale giovanile decanale. Si occupa di raccogliere e valutare i progetti presentati dalle varie realtà del territorio e di redigere il Piano Giovani di Zona che viene finanziato per il 50% dall’amministrazione provinciale e per il 50% da enti e associazioni del territorio. In tutta la provincia sono al momento sono attivit circa trenta Piani Giovani di Zona e d’ambito, distribuiti su tutto il territorio.

Per info e contatti scrivete a [email protected]com o chiamate il 320 231.11.24.

Scarica il volantino [.pdf]

Articolo tratto da: Gruppo Giovani Vezzano
(vai all’articolo originale)