Giornata mondiale per la lotta all’AIDS

1 dicembre 2010 – Non basta un fiocco rosso per sconfiggere l’AIDS. La lotta all’AIDS ha bisogno di un’impegno coertente e concreto, giorno per giorno. Da parte di tutti!

***

Non basta un fiocco rosso per sconfiggere l’AIDS. Non basta neppure una giornata mondiale di sensibilizzazione. Non bastano le false speranze alimentate da notizie, diffuse in maniera irresponsabile e superficiale,  che travisano i fatti e annunciano risultati che la ricerca non ha mai ottenuto.

Non bastano neppure le promesse fatte – e non mantenute – dal Governo Italiano (tra l’altro anche un anno fa a l’Aquila, al G8). E’ una vergogna planetaria che l”Italia abbia accumulato negli ultimi due anni un debito nei confronti del Fondo Mondiale per la lotta all’AIDS di oltre 290milioni di dollari. Queste risorse sarebbero servite non solo per la ricerca di una cura o meglio ancora di un vaccino, ma anche per la prevenzione!

Non bastanole timide e tardive aperture di Ratzinger sull’utilizzo del preservativo, che ad oggi è uno dei pochi metodi efficaci per prevenire non solo HIV, ma anche altre malattie sessualmente trasmissibili, molto meno conosciute, ma non per questo meno pericolose.

Ma non basta neppure pubblicare un fiocco rosso sul proprio profilo di facebook oggi. Quello che serve è la coerenza e la responsabilità dei singoli nel proteggersi per ridurre giorno per giorno i contagi che in Italia sono 4000 all’anno (quasi 11 al giorno!), perché nessuno può permettersi il lusso di considerare HIV un pericolo lontano.

La lotta all’AIDS ha bisogno di un’impegno coertente e concreto, giorno per giorno. Da parte di tutti!